Indice articoli

Il vocativo - المُنَادَى

   In lingua araba, per chiamare una persona si usano delle particelle, che precedono il nome, la più usata è la ya ( يا ) e viene chiamata "lettera di chiamata", in arabo " حَرْفُ نِداءٍ " mentre il nome chiamato viene detto in arabo "al munada (il chiamato)" --- "المُنَادَى".

 Per chiamare giuseppe dico ya giuseppe ----- يَا يوسُفُ 

e per chiamare Laura dico ya Laura ------- يا لاورا

e cosi via.

Impropriamente, la particella ya, può essere usata  anche per nomi di animali, cose o aggettivi,  applicati a persone ad esempio si dice ُيا بَطَل ( O campione) o ُيا حِمار (asino).

Diciamo che la particella يا è la più usata nel linguaggio comune, ma esistono altre particelle che si trovano spesso nei testi letterari, poesie e di saggistica.

Per chi studia l'arabo da poco è più che sufficiente conoscere questa particella ( يا ), per chi vuole addentrarsi e scoprire altre meraviglie della lingua araba, leggere poesie, saggistica e trattati di letteratura araba, allora è importante conoscere le altre lettere vocative, che ognuna delle quali rappresenta uno stato d'animo, una situazione o altro.

Un altro complemento vocativo molto usato nei discorsi, comizi e nel corano è أيُّها per il maschile e أيَّتُها per il femminile.

Esempi: أيُّها المُدَرِّس (oh insegnante...) , أيَّتُها السَّيِّدة (oh signora ....). Queste due particelle possono essere procedute da يا come ad esempio  يا أيُّها البائِع, ماذا تبيع؟ (Oh venditore, cosa vendi?)

Le altre lettere vocative sono :  أيا ـ هيا ـ أي ـ الهمزة ـ وآ ـ وا .


Il vocativo - المُنَادَى

In grammatica, il vocativo è la forma per chiamare o attirare l'attenzione di qualcuno.

Esempio:  يَا زُهَيْرُOh Zuhair! (qui il parlante chiama Zuhair per dirgli qualcosa)

* Il vocativo è costituito da: particella vocativa حَرْفُ نِداءٍ e nome del vocativo (il chiamato) مُنادى

Esempio: يَا شَيْخُ Oh Sceicco ! (يا è particella vocativa e شَيْخُ è nome del vocativo)

* Le particelle di vocativo sono: يا, أيا, هيا, أي, (أ), وا , ma il più usato è di gran lunga la "يا"

* Il vocativo si trova all'accusativo (Nasb/mansub) se si tratta di:

- Stato costrutto.

                  Esempio:  يَا طَالِبَ العِلْمِ اجْتَهِدْ / O tu, cercatore di conoscenza, impegnati!

- Simile a qualcosa di annessione (stato costrutto simile).

                   Esempio: يَا كَثِيرًا فَضْلُهُ / O, tu, la cui generosità è tanta!

- Una indeterminatezza non intenzionale.

                   Esempio: يَا حَاكِمًا اعِدِلْ فِي حُكْمِكَ / O sovrano, sii giusto nel tuo giudizio! (il parlante, in questo caso, si rivolge a qualunque governante e non uno preciso.)

* Il vocativo è nel caso nominativo (Rafa/marfu) se si tratta di:

               - Un semplice nome proprio. Esempio: يَا زَيْدُ O Zaid !

                - Una indeterminatezza previsto. Esempio: انْتَبِهْ يَا رَجُلُ / O uomo, fai attenzione! (Vi rivolgete qui un uomo particolare (caso determinato).

Attenzione: la particella vocativa può essere omesse se si riesce a capire il senso dal contesto.

Esempio: nella frase  رَبَّنَا اغْفِرْ لَنَا / "Nostro Signore! perdonaci", la particella vocativa è stata omessa perchè si capisce dal contesto, ma in origine era  يا رَبَّنَا اغْفِرْ لَنَا (Oh nostro Signore perdonaci)

 

Il tuo nome in ...
Image Detail Image Download