Esercizio 4.2 (Gioco) - La Parola Perduta - الكَلِمة الضَّائعة

Questo più che un esercizio è un gioco, stampate la pagina, o meglio ancora copiate lo schema e le parole sotto sul vostro quaderno e risolvete e poi confrontate con la soluzione.

L'esercizio ( il gioco ) consiste nel trovare i termini in lingua araba corrispondenti alle parole sotto lo schema, si devono considerare solo le consonanti che compongono le parole (le vocali non si considerano), cancellate le lettere che compongono le parole dallo schema, il verso può essere qualunque, anche quello diagonale, una volta cancellate tutte le lettere, vi rimarranno le lettere che compongono la parola perduta.

La parola perduta è : Un paese europeo 

Andando piano si ha la salvezza, e andando di fretta si ha il rimpianto. 

في التـأنّي السَّـلامـة و في العَجَلةِ النــــدامة

Simile al proverbio italiano

" Chi va piano, va lontano e arriva sano"

 Non parlare bene di una persona senza conoscerla bene, e non parlare male di una persona senza averla ben conosciuta. 

 لا تمدحن امرأً حتى تجربه و لا تذمه من غير تجريب

     Gli antichi arabi erano famosi nella loro creatività e fantasia letteraria, e la letteratura araba è piena di racconti, favole, proverbi e perle di saggezza.

Sono frasi che hanno un senso generale e si possono applicare in tutti gli aspetti della nostra vita quotidiana

Qui vi propongo una delle più belle, ce ne saranno altre, continuate a seguirmi.

La frase in arabo è la seguente :

لا تنه عن خلق و تأتِ بمِثلِهِ عارُُ عليك إذا فعلت عظيمُ

E questa che segue la traduzione del senso, e non letterale:

"Non sconsigliare agli altri di comportarsi in un certo modo, perché è una grande vergogna, se poi ti comporti proprio in quel modo". 

Buon nutrimento della mente!

Buongiorno a tutti,

    Oggi comincerete una nuova avventura, un'avventura molto bella e affascinante, che vi porterà a conoscere ogni giorno di più, una delle lingue più belle al mondo. Dopo avere letto la premessa e le altre informazioni riguardanti la bella lingua contenute nel primo capitolo, adesso siete pronti per cominciare, quindi armatevi di quaderno, penna e tanta pazienza, e cominciate seguendo l'ordine delle lezioni, perché quelle che vi sembrano oggi degli scarabocchi senza significato, dei segni grafici senza senso, domani diverranno dei simboli che esprimono parole, frasi e concetti.

Lettura, comprensione ed esercizi - Seconda Parte - dal vivo

 
Prossimamente le seconda parte. ..
  Potete scaricare da qui sotto i libri per seguire le lezioni

Lettura, comprensione ed esercizi - terza parte - dal vivo

 
Prossimamente le seconda parte. ..
  Potete scaricare da qui sotto i libri per seguire le lezioni

   Buongiorno a tutti, oggi voglio parlarvi dei pronomi interrogativi,  ألإستفهام , come si fanno le domande in lingua araba? 

   I pronomi interrogativi e il loro uso è molto simile alla lingua italiana, tranne per alcune eccezioni che vedremo nel corso della lezione.

    Se avete seguito i miei consigli e avete seguito gli argomenti in maniera ordinata e vi siete allenati, dovreste essere adesso in grado di leggere e scrivere, anche se lentamente e con qualche difficoltà, e perciò ogni volta che vi sentite insicuri o non ricordate bene qualche cosa, non andate avanti e tornate indietro e ripassate l'argomento.

Adesso vi elenco tutti i pronomi interrogativi e poi li andiamo a studiare uno ad uno.

I numeri o le cifre sono quelli che si utilizzano per contare , nelle operazioni matematiche, per esprimere le percentuali o le quotazioni, insomma sono i numeri puri e isolati e non precedono nomi o pronomi.

   Nelle frasi che esprimono l’idea di possesso o appartenenza, l’arabo non usa un verbo come fa l’italiano, ma usa una delle seguenti preposizioni:

  • presso عِنْدَ
  • con مَعَ
  • a / di / per : لِـ أو لـَ (prefisso)
  • La preposizione  عِنْدَ si riferisce ad un essere umano.

     Oggi parliamo delle ore e dell'orario. In una lezione precedente abbiamo trattato i giorni della settimana, se non vi ricordate bene i giorni, vi consiglio di andarli a rivedere, cosi siete più preparati per capire meglio questa lezione.

     La frase più usata per chiedere l'ora nella lingua araba è " كَمِ السَّاعة ؟ " che significa letteralmente " Quanto è l'ora? ".

     Per esprimere le ore del giorno in italiano si usano i numeri cardinali, si dice sono "le tre" del pomeriggio oppure "le quindici", nel mondo arabo e nella lingua araba si usano invece i numeri ordinali infatti le ore si esprimono con il loro ordine, del tipo "la quarta" , "la nona" o la "dodicesima", sono i numeri ordinali per il femminile essendo l'ora, che in arabo si dice "ساعة", femminile.

 Vediamo i numeri ordinali al femminile come si dicono in arabo, in ordine dalla prima alla dodicesima sono : 

ألسَّادِسَة ألخامِسَة ألرَّابِعَة ألثَّالِثَة ألثَّانِيَة ألأولى
ألثَّانيَةَ عشرة ألحاديَةَ عشرة ألعاشِرَة ألتَّاسِعَة ألثَّامِنَة ألسَّابِعَة

Frasi e Proverbi

 

 

 

 

Il tuo nome in arabo