Ed ecco a voi cari amici la ricetta del qatayef. Il qatayef è un dolce tradizionalee del ramadan ed molto usato nei paesi del medioriente ma lo potete trovarlo in tutti i paesi arabi. Dovete sapere che, e come tutti i dolci, il katayef ha delle variazioni sia per quello che riguarda le dosi per la pastella, sia per le dosi della farcitura.

Qui vi suggerisco le dosi del qatayef tradizionale palestinese che è uguale a quello libanese o siriano.

  Allora il qatayef è formato da tre elementi principali e sono :

- La pastella che serve per fare le piadine tipo le crepes

- La farcitura

- Il Qater (un caramello molto liquido fatto di zucchero, acqua e un pò di limone) 

La pastella : è formata da tutti gli ingredienti che seguono mescolati bene insieme e lasciati riposare per almeno 2 ore in un posto tiepido.

Gli ingredienti:

  • - 2 bicchieri di farina
  • - 1/2 bicchiere di semolino
  • - 1 cucchiaio di zucchero
  • - 1 cucchiaino di lievito di birra per dolci
  • - un cucchiaino di sale
  • - un cucchiaino di bicarbonato
  • - 2 bicchieri di acqua o poco più
  • - un cucchiaino di acqua di rose (opzionale)

La farcitura : è formata da 

  • - 1 bicchiere di noci frantumate
  • - 1 bicchiere di noce di cocco
  • - 1/2 bicchiere di zucchero
  • - 1 cucchiaio di cannella

Il Qater : Fate bollire l'acqua con lo zucchero per qualche minuto e poi aggiungete la cannella e il limone e fate bollire per un paio di minuti.

  • - 2 bicchiere di acqua
  • - 1 bicchiere e mezzo di zucchero (1 e 1/2) 
  • - 1 cucchiaio di cannella
  • - 1 cucchiaio di limone
 

 Preparazione :

Dopo che la pastella è stata messa a risposo per un paio d'ore, si prende una padella o una piastra con fondo spesso (se è possibile) e si mette sul fuoco per riscaldarla, usate il forno più grande della vostra cucina e mettetelo al minimo per qualche mintuo, prendete con un mestolo una quantità di pastella , versate nella padella formando un cerchio, e vedete subito che cominciano a formarsi delle bolle d'aria (aspetto caratteristico del qatayef), quando la superficie di sopra è asciutta, il qatayef dovrebbe staccarsi da solo dalla padella, prendetela e mettetelo su un panno pulito e coprite, cosi resta morbida. 

Finita tutta la pastella, prendete una di queste qatayef e con le dita cercate di premere sul bordo fino a farli attaccare, lasciate di sopra l'apertura per mettere la farcitura, riempite e chiudete il pezzo come vedete nelle foto.

Per la cottura si usano due metodi, il primo è farle fritte e il secondo al forno.

  • Per la frittura riscaldate un'abbondante quantità di olio di semi in padella profonda e immergete i pezzi e girateli per qualche minuto, quando sono più scuri e croccanti prendeteli e metteteli subito dentro il quater (il liquido fatto di acqua, zucchero e limone),  coprendoli tutti per qualche secondo e poi li sistemate in un vassoio o piatto. 
  • Per la cottura in forno, si spalma una teglia (vassoio) con il burro o la margarina e si mettono i pezzi spalmati un pò anch'essi, separati l'uno dall'altro, si mettono in forno a 200° per 5 minuti. Anche qui appena sfornati si immergono per qualche secondo nel qater. 

E BUON APPETITO A TUTTI GLI AMICI

ecco alcune foto illustrative 

                        

Frasi e Proverbi

 

 

 

 

Il tuo nome in arabo