×
Attenzione ... Attenzione... (15 Nov 2016)

Se vi registrate nel sito e non vi arriva la mail di conferma...

Ricordo la Sicilia

Di più
23/08/2018 15:44 - 23/08/2018 15:45 #999 da Labroca
Labroca ha creato la discussione Ricordo la Sicilia
Ho letto la poesia Ricordo la Sicilia e devo dire che mi è piaciuta. La pubblico per gli amici siciliani che frequentano il sito linguaraba.com . Ho sempre guardato con simpatia tutti coloro che sono stati costretti a partire dalla propria terra per lavoro, per amore o per altro. Non parliamo poi per chi come il poeta siciliano Muhammad bin Hamdis è stato costretto a fuggire perchè espulso controvoglia dai Normanni, nuovi padroni della Sicilia. Pensando a Dante Alighieri e alla sua vita errante, costretto a dover lasciare la sua amata Toscana, provo per Hamdis moltissima simpatia e tenerezza. A lui dedico la sua bella poesia.
Ricordo la Sicilia

Ricordo la Sicilia, e il dolore ne suscita nell’anima il ricordo.
Un luogo di giovanili follie ora deserto, animato un dì
dal fiore di nobili ingegni.
Sono stato cacciato da un paradiso, come posso io darne notizia ?
Se non fosse l’amarezza delle lacrime, le crederei
i fiumi di quel paradiso.
Oh custodisca Iddio una casa in Noto, e fluiscano su di lei
le rigonfie nuvole !
Ogni ora io me le raffiguro nel pensiero, e verso per lei
gocce di scorrenti lacrime.
Con nostalgia filiale anelo alla patria, verso cui mi attirano
le dimore delle belle sue donne.
E chi ha lasciato il cuore a vestigio di una dimora, a quella
brama col cuore fare ritorno.
La terra ove germoglia la pianta dell’onore, ove dei cavalieri
caricano guerra contro la morte.
Viva quella terra popolata e colta, vivano su di lei
le tracce e le rovine!
Viva il profumo che ne spira, e che i mattini e le sere
fan giungere sino a noi!
Vivano fra essi i viventi, e vivano anche le membra loro
composte nel sepolcro!
Io anelo alla mia terra, nella cui polvere si sono consumate
Le membra e le ossa dei miei,
come anela fra le tenebre al suo paese, smarrito nel deserto,
un vecchio cammello sfinito.
Vuote mi sono rimaste le mani del primo fiore di giovinezza,
ma piena ho la bocca del ricordo di lei.
Ultima modifica: 23/08/2018 15:45 da Labroca.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

FacebookMySpaceTwitterDiggDeliciousGoogle BookmarksRedditTechnoratiLinkedinRSS FeedPinterest
Powered by Forum Kunena

Frasi e Proverbi

 

 

 

Il tuo nome in arabo