Appunti per l'insegnamento della lingua araba ai non-arabi      Perle di saggezza - Il tradimento      Perle di saggezza - Affidabilità      Perle di saggezza - Dolce preghiera      Il Khawarizmi – Scienziati Arabi      Averroè - ابن رشد - Scienziati Arabi      Gli arabi e la scienza - Seconda Parte      Perle di saggezza - Grande vergogna      Perle di saggezza - Sapere parlare      E' meglio prevenire che curare - Proverbi arabi      La Lega Araba - جامعة الدول العربية      Ibn Hamdis Assiqilly - Amata Sicilia - إبن حَمديس الصِّقلّي (video)      Avicenna - ابن سينا‎‎ - Scienziati Arabi      Al-Farabi - الفارابي‎ - Scienziati Arabi      Ibn Khaldūn, storico, sociologo e politologo - إبن خَلدون      Il video del Hummos      L'amica Teresa legge parole contenenti le lettere خاء e كاف       Esercizio 1.10 - La shaddah الشَّدَّة ّ      Aggettivi Dimostrativi - Video      Perle di saggezza - Il giudizio      Perle di saggezza - La pazienza      Perle di saggezza - La sfida più grande. ..      Sudan - ألسودان      Mauritania - موريتانيا      أبو القاسِم الشّابّي - Bellissima poesia del poeta tunisino Abu Elqasim Eshabbi      Al-Mutanabbi - Poeti Arabi      Mahmoud Darwish - محمــــود درويش       Partiamo da zero II       Partiamo da zero III      2.2.6- La Hamzah - ألهَمْزَة      2.2.4- Lam-Alef - لام الف      La hamzah secondo Michele Bravi      Il piacere di sentirvi, bravi e lode      La filosofia araba      Giornata Mondiale della Lingua Araba -18 Dicembre       Perle di saggezza - Il sorriso      Perle di saggezza - La fretta      Perle di saggezza - La speranza      Perle di saggezza - Il sorriso       :: Meraviglie del mondo arabo (Gruppo Facebook) - جمال و سحر الوطن العربي       Palestina - فلسطين      Yemen - أليَمَن      Bahrein - ألبحرين      Qatar - قطر      Libano - لبنان      Somalia - الصّومال      Comore - جزر القمر      Insalata di cetrioli con yogurt      Anna e Ludovica leggono un dialogo       2° Fascicolo - A casa mia - في البيت     

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Indice articoli

      Come abbiamo detto le lettere dell'alfabeto arabo sono 28, di cui tre sono vocali e 25 consonanti. Per scrivere in arabo bisogna conoscere il modo in cui si trasformano le lettere

quando fanno parte di una parola e cioè quando non sono isolate. Nella scrittura araba che è solo corsiva è necessario conoscere come legare le lettere l'una all'altra in modo univoco e facile di riconoscere anche dopo la trasformazione. Nel passaggio delle lettere da iniziali a mediane o finali è molto importante appunto riconoscere le lettere e quindi devono conservare una parte che distingue ognuna di esse, di solito tutte le lettere conservano la parte iniziale e la modifica avviene solo nella parte finale, permettendo alle lettere di legarsi sul rigo.

Abbiamo detto, e lo ripetiamo qui per ripassare insieme le lezioni precedenti, che tutte le lettere legano con la precedente, e tutte le lettere legano con le successive tranne le sei seguenti:



ا د ذ ر ز و

َQueste lettere non legano con le lettere che le seguono, un motivo per questo comportamento può essere quello di finire sotto il rigo, e tranciando la parte che sta sotto il rigo si rischia di trovarsi in gran confusione, si pensi ad esempio alla "nun" ن che quando è iniziale perde la parte finale e diventa cosi نـ che sarebbe facilmente confondibile con la lettera "zai" ز, insomma per questo e per altri motivi, i nostri grammatici hanno deciso di non legare il gruppo di lettere di sopra con le lettere che le seguono.

Ok abbiamo capito ma, se noi stacchiamo le lettere di sopra, allora ci sarà uno spazio, ma lo spazio esiste anche tra una parola e al'altra, come facciamo a capire se le due parole sono staccate perché sono due parole separate, o sono due pezzi (sillabe) di una sola parola? 

Domanda molto pertinente, la risposta è molto semplice, ed è quella di dare più spazio tra le due parole separate e meno spazio ai "due pezzi o più"" di una sola parola.

Facciamo qualche esempio :

Supponiamo di dovere scrivere in arabo la frase " La casa di Marco" , in arabo si dice cosi دار ماركو, ora osservate bene le due parole دار e ماركو, la prima parola è composta da tre lettere che non legano dopo e quindi sono tutte separate, ma lo spazio di separazione tre di esse è minimo e può essere ancora più ridotto con la scrittura manuale, mentre lo spazio tra una parola e la successiva è molto più evidente, sia scrivendo con la tastiera sia scrivendo a mano.

Nella pagina successiva trovate delle esercitazioni consigliate.

Accedi per commentare


Avatar di scolese
scolese ha risposto alla discussione #1 2 Anni 6 Mesi fa
credo che non leghino anche per non correre il rischio di male interpretare le lettere: la lettera dhal, per esempio, che ha un puntino, se legata a sinistra potrebbe essere confusa con una nun, anch'essa con un puntino, e per la za avremmo lo stesso problema; la alif con una lam, la waw con una mim (legata a sinistra, non finale), ra e dal con un hamza (o, meglio ancora, per semplice analogia di comportamento con le "sorelle" dotate di diacritico).
Avatar di Professore
Professore ha risposto alla discussione #2 3 Anni 6 Mesi fa
Potete mettere qui i vostri commenti e esercitazioni.

Le lezioni più seguite

Frasi Utili in Lingua Araba

Il tuo nome in Arabo

Il tuo nome in ...
Image Detail Image Download
Il tuo nome in ...
Image Detail Image Download
Il tuo nome in ...
Image Detail Image Download
Il tuo nome in ...
Image Detail Image Download
Il tuo nome in ...
Image Detail Image Download
Il tuo nome in ...
Image Detail Image Download